Engineered by: VLab Communications

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon
  • White YouTube Icon
I.I.S.S. "S. Mottura" - Caltanissetta

© 2017 Telemottura Web-Television. All Rights Reserved

Telemottura sbarca a Cinecittà

07/05/2018

Riccardo Caruso, Alessia Palermo, Simona Sardo, Giuseppe Costa, Antonio Bennici, Roberto Mulé, Michele Gueli e Sebastian Anzaldi accompagnati dai docenti Italia Castiglione e Fernando Sardo dell’IISS Mottura di Caltanissetta, diretto dalla prof. Laura Zurli, hanno visitato gli studi cinematografici di Cinecittà a Roma. 

Cinecittà progettata dall’architetto Gino Peressutti  è un complesso imponente di edifici e strutture, costruite durante il fascismo, dislocato su una superficie di 40 ettari a circa 9 Km dal centro di Roma, seconda solo a Hollywood tanto che venne chiamata dagli sceneggiatori americani la Hollywood sul Tevere.

Gli studenti del Mottura hanno visitato tre set cinematografici: Il tempio di Gerusalemme, Roma Antica e il villaggio medioevale dove si stanno realizzando le riprese della serie TV   Il nome della Rosa diretta da Giacomo Battiato e ispirata ad uno dei romanzi più famosi di Umberto Eco.  La guida, Silvia Andreozzi, ha illustrato le tecniche di costruzione dei set e i materiali usati, indicando i film realizzati con tali scenari. Il complesso comprende, anche, strutture tecniche per la post produzione cinematografica e televisiva e laboratori per l'allestimento delle strutture sceniche.  Dopo la visita guidata, il team di TeleMottura ha partecipato al workshop A tutto Green durante il quale ha sperimentato il green screen, la tecnica del chroma key che permette di ambientare soggetti su sfondi virtuali inediti e il matte painting. “La conoscenza e l’uso di queste tecniche mi hanno fatto comprendere meglio cosa si nasconde dietro la finzione cinematografica e come si realizzano scene come quella della nave che va in soccorso del Titanic” afferma Roberto a conclusione del workshop.  Gli studenti hanno anche visitato il centro Sperimentale di cinematografia che, oltre a ospitare la scuola nazionale di cinema, è sede della cineteca nazionale. La dott.ssa Alessandra Guarino che ha accolto e guidato gli studenti, ha descritto l’edificio, la sua architettura, gli ambienti, gli indirizzi presenti nella sede e ha anche mostrato come viene preservato il patrimonio cinematografico.  L’archivio della cineteca contiene circa 60.000 pellicole provenienti da tutto il mondo e l’intero patrimonio di film che hanno fatto la storia del cinema italiano. Gli studenti hanno anche assistito alla proiezione del primo film diretto da Pier Paolo Pasolini “Accattone”.  Si è così conclusa un’esperienza che ha reso gli studenti consapevoli  dell’immenso   valore culturale del patrimonio cinematografico italiano e del genio e della creatività degli artisti italiani.

Please reload

Altre News
Please reload

Telemottura