Engineered by: VLab Communications

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon
  • White YouTube Icon
I.I.S.S. "S. Mottura" - Caltanissetta

© 2017 Telemottura Web-Television. All Rights Reserved

E-Twinning: “Vite come un soffio di vento”

18/03/2017

 

Nell’Aula Magna dell’I.I.S.S. «S. Mottura» di Caltanissetta  la classe 4^H del Liceo Scientifico op. Scienze Applicate ha partecipato, venerdì 10/03/2017, ad una videoconferenza che ha visto coinvolte, oltre la suddetta classe, altre quattro classi di altrettante scuole (due lombarde e due siciliane) nell’ambito del primo step del progetto etwinning di partenariato dal titolo “Vite come un soffio di vento”, di cui l’Istituto “Mottura” è uno dei due cofondatori, che si concluderà a giugno con la realizzazione di un prodotto finale da parte degli studenti.

 

Il progetto intende coinvolgere ragazzi di diversi istituti italiani nella lotta contro l’indifferenza nei confronti di figure di bambini e adolescenti che, nonostante la loro giovane età e innocenza, sono state vittime di fatti mafiosi e ha l’obiettivo di ricostruire le loro storie dando voce a una coscienza collettiva per creare nei giovani la consapevolezza del valore e del rispetto della vita e, in seguito, per riconoscere e contestare atteggiamenti mafiosi che pregiudicano la qualità della vita del singolo e della collettività. In questa primo incontro gli studenti hanno partecipato ad una videoconferenza con le altre scuole per presentare la classe.

 

La preside Prof.ssa Laura Zurli, all’inizio dell’attività, nel salutare tutti, ha sottolineato l’importanza e la necessità di sollecitare la sensibilità degli studenti su un argomento così duro ma al contempo fortemente educativo per la riflessione morale di ognuno e la crescita della coscienza civile di tutti. Il DS Laura Zurli ha, inoltre, sottolineato come sia importante oggi sensibilizzare i giovani al fenomeno delle " mafie" esistenti nel mondo, al fine di abbattere stereotipi e pregiudizi che lo vogliono radicato esclusivamente in un territorio ma anche al fine di non abbassare mai il livello di guardia sul versante della lotta e del contrasto a queste organizzazioni criminali .Ha espresso vivo apprezzamento per la presenza di un IC di Piazza Armerina e per il contributo che potrà dare l'istituto capofila e, infine, ha augurato buon lavoro a tutti gli alunni "gemellati".

 

Presenti al collegamento anche le due docenti che seguono la classe nello svolgimento del progetto, la prof.ssa Loredana Riggi (docente di Inglese) e la prof.ssa Angelina Tricoli (docente di Italiano), il prof. Fernando Sardo e il prof. Vincenzo Valenza, che hanno curato la parte tecnica, e Antonio Bennici (studente della IV G) che ha effettuato le riprese per TeleMottura. 

 

 

Please reload

Altre News
Please reload

Telemottura