Engineered by: VLab Communications

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon
  • White YouTube Icon
I.I.S.S. "S. Mottura" - Caltanissetta

© 2017 Telemottura Web-Television. All Rights Reserved

Gemellaggio degli studenti del “Follador – De Rossi” con l’Istituto Mottura in Sicilia

25/03/2016

 Incisiva pregnanza per l’iniziativa di istituire un gemellaggio, fortemente voluta dai due Dirigenti scolastici, rispettivamente dell’Istituto U. Follador- De Rossi di Agordo e Falcade, l’Ing. Michele Di Tommaso e dell’Istituto S. Mottura di Caltanissetta, Prof.ssa Laura Zurli.

Dei rispettivi progetti di scambio culturale referenti i proff.: Laura Abbaleo e Fernando Barbieri per il Veneto e l’ing. Giuseppe Garro per la Sicilia. Hanno curato la logistica operativa le DSGA N. Ditto, e G. Cigna.

Francesco Chierzi, Riccardo Dalla Rosa, Marika Farenzena, Matteo Fontanive, Elisa Lancini, dal 14 al 18 marzo 2016 accompagnati dai loro professori hanno visitato gli itinerari siciliani, mentre prossimamente sarà il turno dei ragazzi siciliani. L’anno prossimo l’Istituto Follador- De Rossi festeggerà il 150 anniversario della sua fondazione, mentre l’Istituto Mottura lo ha già festeggiato qualche anno fa, nel 2012 addirittura alla presenza del pronipote – omonimo- di Sebastiano Mottura.

 

Le realtà scolastiche degli istituti S. Mottura e U. Follador- A. De Rossi hanno una forte importanza nei rispettivi territori poiché offrono una forte opportunità di sviluppo economico per le città dove essi si trovano ad operare. I trascorsi mineralogici del passato hanno tuttavia oggi ceduto il passo ad un processo di evoluzione dell’offerta formativa dei due istituti che oggi nei due istituti propone anche oltre all’indirizzo Ambiente e territorio anche numerosi indirizzi molto moderni e versatili.

 

Parecchio entusiasmo di ragazzi ed adulti per questa singolare esperienza di gemellaggio e copiose le dimostrazioni di ospitale accoglienza da parte di enti, associazioni, famiglie, amministrazioni, che in questi cinque giorni hanno proposto itinerari turistici di valorizzazione del patrimonio storico, artistico ed etno-antropologico del territorio siciliano, come il museo mineralogico di Caltanissetta, la visita dei gruppi statuari delle cosiddette “Vare”, che attualmente sono ospitate in Cattedrale e prossime protagoniste della Settimana Santa Nissena. Gli allievi veneti hanno mostrato tanta curiosità anche nella sperimentazione di saporiti cibi come il “pane e panelle”, l’arancina siciliana e dolciarie, come il cannolo, il rollò, la raviola alla ricotta, grazie alle magistrali dimostrazioni dei maestri Lillo De Fraia, Luciano Palermo e di una nota azienda deliana, che ancora conserva la ricetta antica delle cosiddette cuddririedde. I ragazzi veneti si sono anche cimentati nell’apprendimento di termini del dialetto siciliano, a volte difficili ed impronunciabili, che dimostrano quanto la Sicilia sia stata un tempo parte importante  della Magna Grecia e fortemente legata alla tradizione culturale araba.

 

Ottima accoglienza è stata anche offerta dal vicesindaco di Caltanissetta Dott. Tricoli e dall’Assessore alla creatività Prof.ssa Marina Castiglione. Molto scrupolosa la cura del cerimoniale da parte della Presidenza del sindaco ad opera della sig.ra T.Garofalo.

 

I ragazzi del Follador –De Rossi sono stati anche invitati dal Dott. Benfante e dalla Prof.ssa Galatioto presso l’ex Provveditorato agli studi ed ancora dal giovane regista Michelangelo Panzica alla presentazione del suo bel video documentario sul giovedì santo presso il teatro Margherita di Caltanissetta.

 

Stessa cordialità è stata palesata da parte del sindaco di Sommatino Dott. Crispino Sanfilippo, dal dott. geologo Giuseppe Arengi e dal consigliere comunale Giusy Auria per l’invito presso il museo comunale di storia naturale ed arte mineraria di Sommatino, di recente inaugurazione e dalle brillanti premesse.

 

Sono state inoltre, a cura dell’Associazione Laboratorio dei sogni ed in particolare di Salvo Buccoleri e Ilenia Marchese le escursioni guidate presso la Villa del Casale a Piazza Armerina, la Valle dei Templi e la casa di Pirandello ad Agrigento e la Scala dei Turchi a Realmonte.

 

Una serata a tema Erasmus è stata organizzata anche dallo staff Kalat Nissa Film Festival con la partecipazione di Rosalia Sferrazza e  dei ragazzi che come è noto sono parte attiva del progetto di interscambio culturale con la Polonia e con l’Ungheria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Altre News
Please reload

Telemottura