Engineered by: VLab Communications

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon
  • White YouTube Icon
I.I.S.S. "S. Mottura" - Caltanissetta

© 2017 Telemottura Web-Television. All Rights Reserved

Pupi Avati ospite del Salus Festival

 

 “Dobbiamo fare il cinema!” con queste parole Pupi Avati, dopo aver visto il film Otto e Mezzo di Fellini, invita  gli amici del Bar Margherita ad iniziare una nuova avventura. Così il regista racconta gli esordi della sua prestigiosa carriera.
Non indugia sui successi e nel dialogo con i giovani ricorda come i suoi insuccessi non lo abbiamo mai fatto desistere dal realizzare il suo sogno.
Invita i giovani a riflettere sulla diversità insita in ciascuno di noi "Ognuno di noi è unico" e sulla timidezza vedendole non come limiti ma come potenzialità. 
 
La timidezza, che è stata una caratteristica delle sua giovinezza, gli ha consentito, infatti di osservare gli altri, di vederli vivere e contemporaneamente di cogliere la complessità dell’essere umano nei suoi atteggiamenti e comportamenti. La malattia mentale è una diversità, come tale lo ha affascinato tanto da realizzare il film "Una sconfinata giovinezza” che esplora la relazione di una coppia attraverso il decorso della malattia. Il film, ci tiene a sottolinearlo, non ha avuto successo di botteghino ma  gli ha procurato enormi soddisfazioni personali.

Tra queste ricorda la gratitudine e l’affetto dimostrati dai familiari dei malati di Alzheimer. L’incontro finisce e, tra un sorriso e una riflessione, Pupi Avati si congeda dal pubblico. Gabriele Giammusso, di Telemottura, ha partecipato all’incontro con il regista Pupi Avati e su invito degli organizzatori del Salus Festival ha  ripreso i momenti più significativi.L’evento si è svolto in mattinata presso il Liceo Classico R. Settimo di Caltanissetta. Di sera Pupi Avati  è stato ospite d'onore del Salus Cinefestival al Teatro Regina Margherita. Subito dopo la  proiezione del suo film “Una sconfinata giovinezza”  è stato assegnato il primo premio al cortometraggio  “Nuvola” selezionato dalla Giuria Tecnica e dalla Giuria degli Studenti del Cinefestival.Infine il sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, e il direttore del Cefpas, Angelo Lomaglio, hanno consegnato un premio alla carriera al regista italiano.Telemottura, con Elia Miccichè, ha anche curato la regia del video che sarà presentato a conclusione del Festival.

 

 

 

 

 

Please reload

Altre News
Please reload

Telemottura